mercoledì 24 giugno 2009

In bocca al lupo a tutti!

Cari maturandi,
dopo avervi messo in guardia, in questo post, dalle possibili bufale (in alcuni casi truffe) in cui ci si può imbattere nel cercare di avere le tracce delle prove in anticipo e dopo aver condiviso con voi alcuni miei pronostici, specie sulla prova di matematica per lo scientifico, in questo post e in quest'altro, non mi rimane altro che farvi un grosso

IN BOCCA AL LUPO!!!

A presto.

Maturità: qualche pronostico... (2)

Per quanto riguarda il compito di matematica dello scientifico e, in particolare, il questionario, vorrei aggiungere, a quanto scritto nell'ultimo post, un altro pronostico, ancora basato su un anniversario nella storia della matematica.

Ovviamente, quanto all'attendibilità del pronostico, valgono le stesse raccomandazioni fatte nel post di ieri: non prendete quello che scrivo per oro colato, ma solo per quello che è, cioè nulla di più di un pronostico (come ce ne sono tanti su altri blog e forum).

Oltre al quattrocentesimo anniversario delle leggi di Keplero, quest'anno ricorre anche il 150-mo anniversario della nascita di Ernesto Cesaro (un matematico napoletano che ha dato, tra le altre cose, un importante contributo alla teoria delle serie numeriche).

Mi riferisco al Teorema di Cesaro, noto anche come Teorema della media o, ancora, come Teorema della somma, sul quale, pur trattandosi di un argomento un po' riposto, possono inventarsi qualche esercizietto, oppure possono semplicemente prendere spunto dalla ricorrenza e proporre un quesito sulle serie numeriche. In ogni caso, ho preparato una breve dispensa, sempre in pdf, sul teorema di Cesaro, nonchè sulle serie geometriche (un tipo particolare di serie), che potete trovare qui. Per affrontare le serie geometriche, può essere utile un breve ripasso delle progressioni, sulle quali trovate un'altra dispensa in questa pagina del mio sito, insieme ad altro materiale.

Questo argomento, in ogni caso, ammesso e non concesso che esca, penso possa riguardare solo il liceo scientifico con indirizzo sperimentale PNI, poiché non mi sembra che nell'ordinario le serie numeriche facciano parte del programma (ma vi invito a verificare).

A presto.

martedì 23 giugno 2009

Maturità: qualche pronostico...

Continuando a parlare di esami di maturità, siamo ormai a meno di due giorni dalla fatidica prima prova e, su forum, blog e social network, diviene sempre più intenso il dibattito sul totoesame. Nei post precedenti, vi ho messo in guardia da possibili bufale e truffe, che fanno leva sull'ansia degli studenti prima dell'esame, mentre in questo voglio portare il mio modestissimo contributo ai pronostici sulle tracce della prova di italiano e della seconda prova per il liceo scientifico (quella di matematica).

Prima di tutto una premessa e, insieme, una raccomandazione: quello che state per leggere è solo un pronostico, fatto sulla base dei testi d'esame degli scorsi anni e di alcune ricorrenze, da uno che probabilmente ne sa meno di voi (cioè io), quindi non prendete tutto per oro colato e non fate affidamento solo su questo per la vostra preparazione, ma consideratelo solo per quello che è, cioè nulla di più di un semplice pronostico.

Per la prima prova, molti prevedono un saggio breve sull'esplorazione dello spazio, visto che quest'anno cade il quarantesimo anniversario del primo uomo sulla Luna (1969). A rafforzare questo pronostico c'è anche un'altra ricorrenza molto importante: risale, infatti, a 400 anni fa (1609) il cosiddetto "cannocchiale di Galileo".

Galileo Galilei, pur non essendo l'inventore del cannochiale, che esisteva già da tempo, fu il primo ad avere la brillante idea di usarlo per esplorare il cielo e, grazie a questa sua intuizione, furono possibili molte scoperte (i crateri lunari, tanto per citarne una) ed ebbe inizio, di fatto, lo studio dei corpi celesti come lo intendiamo oggi.

Sempre nello stesso anno, Keplero pubblicò l'Astronomia Nova, nella quale enunciò le prime due delle tre leggi sul moto dei pianeti che portano il suo nome (vedi questa pagina di Wikipedia).

Oltre alla prova di italiano, l'anniversario delle leggi di Keplero può fornire spunti anche per la prova di matematica dello scientifico. La prova, come è noto, è costituita da due problemi e un questionario: spesso (ma non sempre) una delle domande del questionario prende spunto da qualche ricorrenza. Ad esempio, tre anni fa c'era una domanda sul concetto di probabilità, in relazione al centenario della nascita di Bruno De Finetti; due anni fa è stato presentato un problema proposto da Eulero, del quale ricorreva il trecentesimo anniversario della nascita; l'anno scorso, invece, non c'era alcun riferimento di questo tipo.

Quest'anno, per via del quattrocentesimo anniversario delle leggi di Keplero, potrebbe esserci qualche quesito di geometria analitica sull'ellisse, quindi potrebbe valere la pena farne un piccolo ripasso. Ho preparato una breve dispensa (di 5 pagine manoscritte) che potete scaricare da qui in formato pdf, sull'equazione dell'ellisse, con alcune applicazioni alla prima legge di Keplero.

Ripeto, però, anche al costo di essere noioso, che questo è solo un mio pronostico, quindi non fateci troppo affidamento: prendete il tutto solo come un'occasione per esercitarvi e poi... incrociamo le dita!

A presto.

domenica 21 giugno 2009

Tracce della maturità in anteprima: attenti alle bufale e alle truffe!

Continuando il discorso iniziato con l'ultimo post, oggi voglio passare in rassegna alcune delle bufale che ruotano attorno all'esame di maturità e, in modo particolare, alle tracce della prima prova.

Una delle bufale più famose, che ogni anno, puntuale, si ripresenta, è sicuramente quella delle tracce provenienti dall'Australia. Per chi non ne avesse mai sentito parlare, secondo questa leggenda metropolitana, poiché in Australia ci sono diverse scuole italiane, che dipendono dal nostro ministero dell'istruzione, in esse si svolgerebbero gli esami di maturità nello stesso giorno dell'Italia, con le stesse tracce, sono che, a causa del fuso orario, l'apertura delle buste avverrebbe diverse ore prima che da noi. A questo punto, basterebbe contattare qualche parente o amico australiano per farsi dare in anticipo i testi delle prove. Ovviamente, come anticipato, si tratta di una bufala: basta ricordare che l'Australia si trova, come dice il nome stesso, nell'emisfero Australe (cioè a sud dell'equatore), dove le stagioni sono invertite (quando da noi è inverno, là è estate e viceversa), quindi l'anno scolastico, da loro, inizia a febbraio-marzo e termina a novembre-dicembre, non a giugno. Inoltre, anche se gli esami si svolgessero, come in Italia, a giugno, è possibile che al ministero siano così ingenui?

Ci sono poi bufale peggiori, che, in certi casi, possono essere considerate delle vere e proprie truffe, in quanto hanno lo scopo non solo di prendere in giro i maturandi, ma anche di procurare, direttamente o indirettamente, un guadagno a chi le attua.

La prima consiste nel promettere ai ragazzi le tracce in cambio di una chiamata a un numero di telefono (ovviamente a pagamento, tipo 899). Se lo farete, spenderete decine di euro, che andranno nelle tasche di queste simpatiche persone, ma di certo non otterrete le tracce.

Una modalità più sottile consiste nel chiedere di iscriversi (e/o di far iscrivere altri) ad un certo sito, portale, forum ecc... con promesse del tipo "Se vi iscriverete e farete iscrivere almeno altre 15 persone, potrete accedere a una sezione riservata del sito nella quale saranno pubblicate, in anteprima, le tracce!". Anche in questo caso si tratta di un imbroglio, ma che cosa ci guadagna chi lo attua? Lo scopo, in questi casi, è di aumentare i visitatori di un sito. Molti webmaster, infatti, guadagnano grazie all'esposizione, nelle loro pagine, di banner pubblicitari, che producono introiti tanto maggiori quanto maggiori sono le visite al sito.

Come variante del caso precedente, possono chiedervi, sempre in cambio delle tracce (che non hanno), di aprire un blog in cui inserire un link verso il loro sito: anche in questo caso, maggiore è il numero di link che puntano a un determinato sito, maggiore sarà il traffico verso di esso.

Quando si è sotto esame, confrontarsi con gli altri, parlare dei propri dubbi e delle proprie paure, è un ottimo modo per scaricare l'ansia e, in questo, Internet, con i social network, i blog, i forum e quant'altro è uno strumento formidabile, ma purtroppo, come per quasi tutte le attività online, non privo di rischi, quindi, mi raccomando...

A presto

venerdì 12 giugno 2009

Maturità: come (non) avere le tracce in anticipo

Mancano ormai meno di due settimane alla prima prova scritta dell'esame di stato (o esame di maturità, come si chiamava qualche anno fa) e, come ogni anno, iniziano a proliferare, sul web e non solo, i più disparati pronostici sulle probabili tracce. Basandosi sui temi degli anni precedenti, sui fatti accaduti negli ultimi mesi, su anniversari e quant'altro, tutti cercano di intuire gli argomenti della prima prova.

Non c'è nulla di male in tutto questo, anzi, con un pizzico di fortuna ci si può anche azzeccare. Il problema di cui invece voglio parlare in questo articolo (e in altri che pubblicherò nei prossimi giorni) è la presenza in rete di alcuni individui che, prendendosi gioco dell'ansia da esame degli studenti, architettano burle, bufale o, nei casi peggiori, delle vere e proprie truffe.

Cominciamo dai burloni: questi individui (sfigati secondo alcuni, sottili umoristi secondo altri) si divertono a pubblicare in rete, qualche giorno prima dell'esame, delle tracce inventate, del tutto improbabili, spacciandole per quelle vere (magari ottenute grazie a qualche talpa al ministero). Gli autori sono soliti inserire nei testi degli indizi (a volte nemmeno troppo nascosti) dai quali si scopre la burla.

Riporto nel seguito dei link alle tracce burla diffuse in rete gli anni scorsi.

Nel blog Opinioni di Clowns, sono state pubblicate delle tracce burla in occasione della maturità del 2006 e del 2007: trovate in questo post quelle del 2006, mentre in questo post quelle dell'anno successivo.

Le burle più famose sono quelle architettate da Ciro Ascione (chi frequenta abitualmente i newsgroup non può non avrerne sentito parlare), che fin dal 2005, ogni anno diffonde in rete le presunte tracce: lo scorso anno ha aperto addirittura un blog, ancora visibile a questa pagina, nel quale, dopo essersi spacciato per il figlio di un dipendente... non ve lo voglio anticipare, andate a vedere voi stessi.

Vi invito, se non lo avete già fatto, a leggere quei testi a mente fredda e vi renderete conto di come sia facile scoprire che si tratta di falsi. Tra gli individui di cui parlavo prima, i burloni sono sicuramente i più innocui (basta un po' di senso critico e... dell'umorismo).

Nei prossimi giorni vi parlerò delle bufale e delle truffe, a cui invece bisogna stare più attenti.

A proposito di bufale, voglio solo anticiparvi un possibile rischio di quest'anno, dovuto alla diffusione, negli ultimi mesi, di Facebook: avete presenti quei gruppi (rigorosamente falsi) che vi promettono, se vi iscrivete, e magari fate iscrivere altre 10 persone, di ricevere le statistiche sulle visite al vostro profilo, delle ricariche telefoniche gratis, ecc...? Temo che nei prossimi giorni ne nasceranno diversi che prometteranno di farvi avere in anticipo le tracce della maturità, a patto, nemmeno a dirlo, che vi iscriviate al gruppo e che facciate iscrivere altri.

Mi raccomando... non date loro la soddisfazione di cascarci!!!

A presto.